I campioni della salute: la crioterapia per lo sport

La Crioterapia Sistemica è diventata una pratica moderna per il trattamento degli infortuni sportivi, per il miglioramento dell’efficienza fisica finalizzata al raggiungimento di migliori prestazioni negli sport professionistici.

Il trattamento è sempre più diffuso tra gli atleti professionisti per recuperare più velocemente dopo allenamenti intensi e per recuperare da lesioni muscolari traumatiche.

Questa metodica terapeutica è indicata per il trattamento di tutti gli stati infiammatori dell’apparato locomotore dello sportivo, sia amatoriale che professionista.

crioterapia-sport
Il campione del Bayern Monaco Franck Ribery durante un trattamento di crioterapia

Effetti terapeutici

 

  • Effetto sull’apparato muscolare: aiuta la guarigione delle lesioni muscolari, sindromi dolorose da affaticamento, sindromi miofasciali (dolore muscolare profondo con rigidità dell’area muscolare coinvolta, spasmi e debolezza).

 

  • Effetto sul sistema tendineo: aiuta la guarigione delle tendinopatie acute o da sovraccarico.

 

  • Effetto sulle articolazioni: aiuta la guarigione delle lesioni capsulo-legamentose e della cartilagine Articolare.

La crioterapia in fisiatria e ortopedia: la libertà del movimento

In campo fisiatrico e ortopedico, la crioterapia sistemica è molto utile nelle patologie infiammatorie dell’apparato locomotore, in particolare borsiti, artrosinoviti (un’infiammazione a carico della sinovia, la membrana che riveste l’interno delle articolazioni), tendiniti; nei postumi delle lesioni muscolari, nelle miositi (infiammazioni muscolari) e fibromiositi (reumatismi muscolari).

La crioterapia sistemica viene utilizzata anche per il trattamento della sindrome fibromialgica (dolore muscolare diffuso con conseguente rigidità al movimento) e per contrastare la spasticità muscolare (riduzione dell’ipertono muscolare in preparazione al trattamento fisiokinesiterapico).

Effetti terapeutici

 

  • Effetto Antinfiammatorio: attraverso il rallentamento del metabolismo cellulare si riduce la produzione e la liberazione dei mediatori chimici dell’infiammazione (istamina, bradichinina, serotonina).

 

  • Effetto antiedemigeno: limita lo stravaso ematico tissutale dovuto ad un trauma.

 

  • Effetto analgesico: l’inibizione delle terminazioni nervose, rallentando la conduzione nervosa degli stimoli, riduce i processi dolorosi locali.

 

  • Effetto miorilassante: utilizzando sedute prolungate di crioterapia la muscolatura si rilassa prevenendo la possibilità di crampi.